• Per visualizzare questo contenuto devi essere registrato e abbonato

    Login | Registrati


FORMATO RIDOTTO

FORMATO RIDOTTO

52 min
10 views

Un film collettivo che segna l’incontro tra Home Movies e un gruppo di scrittori. Enrico Brizzi, Ermanno Cavazzoni, Emidio Clementi, Ugo Cornia e Wu Ming 2 hanno elaborato dei testi originali trovando nelle immagini dell’Archivio Nazionale del Film di Famiglia l’occasione di sperimentare nuove tecniche narrative. Grazie ad approcci molto diversi tra loro in un’opera unica convergono cinque episodi dagli esiti sorprendenti, singoli episodi di corta durata, di volta in volta trasfigurati in saggio, racconto, cronaca e divagazione. Forme del cinema documentario accomunate da una matrice comune: il variegato universo emiliano-romagnolo.

EPISODI

“Il mare d’inverno” di Ermanno Cavazzoni

Perché gli umani occupano questo strano spazio che è la spiaggia? Come fa il mare a riappropriarsene? Una rilettura in chiave apocalittica della vacanza al mare.

“Uomini la domenica” di Emidio Clementi

Il rito della partita di calcio vissuto da un gruppo di tifosi degli anni Cinquanta, rivisitato attraverso le parole di chi oggi lo osserva a distanza.

“Uomo donna pietra” di Enrico Brizzi

La scalata di una montagna come rito di iniziazione alla vita amorosa in un racconto di fiction costruito su immagini documentarie.

“51” di Wu Ming 2

La pellicola del cineamatore Angelo Marzadori su un festival dell’Unità del 1951 origina un piccolo saggio sul comunismo in salsa italiana.

“Strade” di Ugo Cornia

Un viaggio personalissimo sulle strade dell’Emilia Romagna attraverso un turbine di camera car, ricordi e musica jazz.

Aggiungi un commento

Commenti degli utenti

  1. Sergio Gibellini

    Le immagini delle pellicole amatoriali 8 mm e super 8 mm ci riportano ad un tempo che sembra ormai lontanissimo, ma che per alcuni di noi è semplicemente quello dell’infanzia o giovinezza in cui stentiamo a riconoscerci. Mancano quasi sempre del suono ambiente e sono accompagnate soltanto dal ticchettio del proiettore. Ma in questo film le parole degli scrittori e la musica danno alle immagini riprese da diverse persone un senso, da esse creano delle storie, portano a riflessioni.
    Grazie per questo originale documento.

    Le immagini delle pellicole amatoriali 8 mm e super 8 mm ci riportano ad un tempo che sembra ormai lontanissimo, ma che per alcuni di noi è semplicemente quello dell’infanzia o giovinezza in cui stentiamo a riconoscerci. Mancano quasi sempre del suono ambiente e sono accompagnate soltanto dal ticchettio del proiettore. Ma in questo film le parole degli scrittori e la musica danno alle immagini riprese da diverse persone un senso, da esse creano delle storie, portano a riflessioni.
    Grazie per questo originale documento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi